domenica 2 febbraio 2014

Tre in breve con postilla

Ve lo dico in breve dato che, come noto, non direi niente di più di quello che vado a sintetizzare.

1. L'ultimo album dei Mogwai, "Rave Tapes", conferma il proseguimento del loro percorso sulla scia di "The Revenants" lasciando comunque trasparire che loro sono sempre i Mogwai, cazzo!, e che ciò che spiccava nel grande spazio non meglio definito del post-rock non ha bisogno di stare dentro una labile classificazione per continuare a spiccare.



2. Le Warpaint ci hanno messo un po' (quattro anni) per rilasciare il loro secondo album, "Warpaint" (la fantasia dei titoli delle seconde opere, a volte, è sconcertante), ma rendiamo comunque grazie perché le idee si sono ben amalgamate e ne risulta un lavoro omogeneo che ben conserva il loro personalissimo sapore.




3. Il rock leggero, un po' sperimentale e sfumato di elettronica, dei Braids si ripropone calcando maggiormente la mano sul lato elettronico nel nuovo "Flourish//Perish" (2013) e i vocalizzi di Raphaelle Standell-Preston mi mandano definitivamente fuori di testa.



Post scritto con sottofondo di Enrico Rava ("Quotation Marks", 1976), che non c'entra una beata fava con i tre sopra. :D



Saluti, a presto? Boh.