lunedì 26 marzo 2012

Risonanze



Una carrellata di pezzi che ultimamente mi si sono presentati davanti quasi casualmente.

Dedicata agli elementi che risuonano...




Per cominciare una rivisitazione di un classico (fine anni '70) degli Knack:
KT Tunstall & Keren Ann: "My Sharona"


Dal secondo album di una interessante voce dell'indie milanese:
Taglierò il mio nome
Chiuderò le labbra
Ci lasceremo il privilegio di...
Non conoscerci ancora

Una recente scoperta, definita da qualcuno un lungo lamento:
Julia Holter In Concert (NPR)


Echi, risonanze...


Altri echi, altre risonanze...
You talk to me
As if from a distance
And I reply
With impressions chosen from another time, time, time,
From another time.

Brian Eno: "By This River"


Un po' di sete di sangue:
Hunting high and low to seek revenge
Brand new moral code got made reluctant renegade
Leaving empty souls when he avenged
Evil spirits flowed he drank the blood like lemonade.


Giochi di percussioni e fiati:
Marilyn Mazur & Jan Garbarek: "Clear"


Necessità di rallentare:
Hey man slow down, slow down
Idiot slow down, slow down.


Come!
Come out, come on, come outside...
Anaïs Mitchell: "Your Fonder Heart"


Ma, se solo potessi...
I'd rather feel the earth beneath my feet
Yes I would, if I only could, I surely would.


E, infine, fresco di giornata (il nuovo album è previsto per maggio):
Sigur Rós: "Ekki múkk"