sabato 11 febbraio 2012

Una Gerrard retroattiva

Ogni tanto ricapitano in mano cose "vecchie", diciamo di poco più di una decina di anni fa, e si ha la certezza di avere ritrovato qualcosa che meritava di essere riscoperto ma di cui non ci si ricorda assolutamente nulla (o quasi).

Lisa Gerrard è sempre tanto presa dalle proprie vocalizzazioni barocche che a volte si rivela di una pallosità colossale.
La colonna sonora (essenzialmente sua e di Pieter Bourke con l'aggiunta di pezzi sparsi di Jan Garbarek, Massive Attack, Graeme Revell e Gustavo Santaolla) di "The Insider" (1999) di Michael Mann riesce ad essere giusto un po' depressiva (la tonalità di base è quella di un dark ambient abbastanza stemperato) ma il risultato finale si colloca decisamente tra il buono e l'ottimo.

Quindi la Gerrard va sempre tenuta d'occhio. Anche retroattivamente parlando.

Ecco qualche estratto prelevato dal tubo giusto per dare idea di quanto detto sopra:
Lisa Gerrard & Pieter Bourke: "Sacrifice"
Lisa Gerrard & Pieter Bourke: "Liquid Moon"
Gustavo Santaolla: "Iguazu"
Jan Garbarek: "Rites" 
Massive Attack: "Safe From Harm (Perfecto Mix)"
Lisa Gerrard & Pieter Bourke: "Meltdown"